Aree

Articoli in primo piano

TERMINI PRESENTAZIONI MAD

AVVISO ALLE FAMIGLIE - DIARIO DEGLI STUDENTI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO VITTORINI

 

Nell’ ambito di una educazione alla legalità, incentrata sulla prevenzione dai rischi del “mondo virtuale” e sull’ uso consapevole e ragionato delle tecnologie, da parte delle nuove generazioni, la Polizia del comando di Siracusa ha tenuto degli incontri, l’8 e l’11 aprile, di circa un’ora modulati per studenti sia della scuola secondaria che primaria.

 Internet ha rivoluzionato il nostro modo di vivere, di lavorare, di divertirci, di svagarci è un immenso strumento di conoscenza, ma è importante CONOSCERLO e sapere bene la “cornice” in cui operiamo quando ci connettiamo ad esso tramite i nostri dispositivi, è importante sapere quando la privacy è a rischio.

 Nel corso del dibattito, si è parlato diffusamente dei reati informatici e di quelli che vengono commessi con l’uso del mezzo elettronico. Sono state affrontate tematiche legate alla navigazione in rete, al dilagante fenomeno delle Chat, dei Social Network,e si è posto l’ accento sui rischi derivanti da un uso illecito di tali forme di comunicazione che può  determinare fenomeni come il cyberbullismo, il furto d’ identità, gli accessi abusivi, i falsi profili. Tutto ciò nell’ ottica di rimarcare l’inopportunità di certi comportamenti effettuati con il mezzo elettronico (tablet ,smarphone, IPad)  che possono determinare conseguenze sia sul piano del diritto civile che penale.

 È stato ribadito come il fine di questi incontri non sia la demonizzazione di Internet o dei servizi che offre, né dei mezzi elettronici utilizzati per “navigare”, ma al contrario è quello di riflettere sull’ opportunità di sfruttare al meglio e consapevolmente questa immensa risorsa facendola diventare un ottimo strumento formativo.

Ampio spazio è stato dato anche a tematiche legate alla sicurezza personale, attraverso il rispetto del codice stradale, l’assunzione di comportamenti per prevenire gli incidenti stradali come l’uso del casco protettivo per gli utenti di veicoli a due ruote.

Un incontro che conferma ancora una volta l’importanza di una sinergia tra le istituzioni presenti nel territorio, poiché la conoscenza è sempre la miglior difesa, in particolare quando parliamo di “minori”.